Come trovare la motivazione e rimanere produttivi - 7 consigli da conoscere
 | 

7 consigli per trovare la motivazione e rimanere produttivi

In questo articolo parliamo di motivazione: cos’è e come funziona? Ti spiego come possiamo trovare la motivazione e rimanere produttivi sempre, anche nei momenti in cui non hai proprio voglia di far nulla. 

Cos’è la motivazione: motivazione intrinseca vs motivazione estrinseca

Niente è più importante della motivazione. Senza di essa non puoi fare nulla, costruire nulla o essere nessuno. Tom Gorman

La motivazione è “il desiderio di agire al fine di raggiungere un obiettivo”, ed essa riveste un’importanza fondamentale nelle nostre vite: è praticamente ciò che ci fa alzare dal letto ogni mattina, ciò che ci fa lavorare verso una meta.

Di solito si distingue tra motivazione intrinseca ed estrinseca. La motivazione intrinseca deriva dall’interesse o la curiosità che nutriamo verso una certa attività (per esempio, imparare qualcosa di nuovo). La motivazione estrinseca invece ci fa agire non per l’attività in sé, ma per la conseguenza o risultato che otterremmo da quell’azione (per esempio, mangiamo sano perché il risultato sarà essere in buona salute/avere il fisico che vogliamo).

La motivazione intrinseca è molto più efficace di quella estrinseca. Gli esseri umani tendono a cercare gratificazioni immediate, per cui saremo sempre motivati a portare avanti un’attività che ci piace di per sé. Al contrario, vediamo come molto lontane le eventuali conseguenze positive delle nostre azioni oggi (sai che andare a correre ti porterà tanti benefici, ma sono benefici che otterrà il futuro te, e non il te del presente, quindi perché dovresti farlo?).

Perché ho fatto questa distinzione? La motivazione intrinseca è molto rara. Anche le attività che consideriamo più entusiasmanti possono col tempo diventare noiose. Ci saranno sempre aspetti del nostro lavoro che non ci piacciono, anche se facciamo qualcosa che amiamo.

Quindi è importante mettere in atto una strategia efficace che ci permetta di raggiungere i nostri obiettivi, indipendentemente dal grado di ispirazione o voglia che abbiamo al momento.

Perché non devi aspettare che la motivazione arrivi da te

Molto spesso si è tentati di aspettare “il momento giusto”. Aspettiamo di sentirci ispirati, di essere dell’umore giusto o di avere certe cose al loro posto. Ma la verità è che nel 99% dei casi la motivazione arriva solo quando si inizia a fare una certa attività.

Ci serve dunque disciplina e la forza dell’abitudine per svolgere i compiti o adoperare i comportamenti che vogliamo.

7 consigli per trovare la motivazione e rimanere produttivi

Definisci obiettivi concreti

Senza un obiettivo preciso non andrai da nessuna parte, e di certo non ti sentirai motivato. Definisci obiettivi reali, che ti sfidano ma che allo stesso tempo sai di poter raggiungere con un po’ di impegno.

Fissa un obiettivo, usalo come uno strumento per definire un piano d’azione…e poi..dimenticalo del tutto – Jeff Haden

Come sostiene Jeff Haden, autore del libro The motivation Myth, una cosa importante da fare una volta definito l’obiettivo principale è dividerlo in tante tappe più piccole, in modo da avere una mappa chiara di ciò che devi fare.

Se lasci l’obiettivo così com’è, non saprai come procedere e perderai la motivazione molto velocemente.

Se vuoi sapere di più su come raggiungere i tuoi obiettivi, ti consiglio di leggere l’articolo dedicato a migliorarli. 

Concentrati sugli aspetti dell’attività che ti piacciono

Molto spesso sottovalutiamo la nostra capacità di “farci piacere” un’attività. Come dimostrato dalla ricerca in materia (qui il link a uno studio comprensivo sulla motivazione), le persone hanno la tendenza a classificare tanti compiti come noiosi. Una volta che iniziamo a lavorarci però, riusciamo sempre a trovare qualche aspetto dell’attività che ci piace o che ci coinvolge particolarmente.

Crea una routine che “triggeri” la motivazione

Mettere in piedi una routine che precede l’attività che non sei motivato a fare ti aiuterà tantissimo a renderla automatica e quasi naturale. Alcuni esempi di routine che mi sono creata negli anni sono bere il caffè prima di iniziare a studiare, o preparare borsa e colazione la sera prima per andare in palestra la mattina presto. La nostra vita è in realtà piena di routine che fanno scattare certi comportamenti, ma molto spesso non ce ne accorgiamo. Possiamo però diventare consapevoli di questa cosa e volgerla al nostro vantaggio per combattere la mancanza di motivazione.

Ricorda che i sentimenti negativi verso una certa attività sono solo temporanei

In periodo pre-covid/lockdown, andavo in palestra alle 6:30 di mattina. La sfida più grande per me non era andare in palestra, ma tirarmi fuori dal letto. Non volevo sperimentare quei minuti di stanchezza e malessere.

Ma alla fine si trattava, appunto, di minuti. Non appena mi vestivo e uscivo di casa andavo automaticamente in modalità “palestra”, e la motivazione non era più un problema.

Quindi la prossima volta che non hai voglia di fare qualcosa, pensa che le sensazioni negative legate a quell’attività sono temporanee. Questo ti aiuterà a trovare la motivazione e rimanere sempre produttivo. 

Inizia con piccoli passi (molto piccoli)

Se una certa attività ti sembra troppo difficile, prova a pensarla così: riusciresti a passare 30 minuti a lavorarci? 20 minuti? 5 minuti? Arriva a un punto tale per cui lavorare a quel compito ti sembra decisamente fattibile, e aumenta gradualmente da lì. Lo so che sembra ridicolo lavorare a qualcosa per cinque minuti, ma quello sarà solo il punto di partenza per la formazione di una nuova abitudine.

Pensa ai benefici, non alle difficoltà 

Ti sei mai sentito emotivamente male dopo un workout? Dopo aver fatto un’ora di studio intenso? Dopo aver portato a termine un lavoro importante?

Tendiamo sempre a pensare a quanto è difficile svolgere un’attività, piuttosto che a quanto ci sentiremo bene, o a quale vantaggio ne trarremo a lungo termine.

Ma ricordare i benefici è estremamente importante. Come dimostra questo interessante studio dell’Università del Michigan, se pensi ai risultati positivi che verranno fuori dallo svolgere quell’attività, sarai molto più motivato.

Tieni traccia di ogni successo (anche se minimo)

Diventare consapevoli di aver completato lo step 1 di un’attività ci motiva a continuare perché abbiamo raggiunto una piccola tappa, e vogliamo spuntare le altre. Allo stesso tempo, realizzare di aver fatto l’80% di quel compito ci motiva perché abbiamo quasi finito.

Quindi, tenere traccia di tutti i progressi non solo ti aiuta a monitorare lo status di una certa attività, ma anche a incoraggiarti ad andare avanti.

Come trovare la strategia che fa per te

Nella lista qui sopra ho elencato i consigli migliori che ho trovato negli anni e che hanno funzionato particolarmente bene per me. Non c’è nessuna strategia universale che ti garantisce motivazione o forza di volontà; al contrario, devi provare diversi metodi e capire qual è quello giusto per te.

Alcune raccomandazioni per trovare la strategia che fa al caso tuo:

  • Prova un metodo alla volta
  • Provalo seriamente (impegnati a seguire quel metodo per un certo periodo di tempo prima di passare ad altro)
  • Metti insieme tutti i metodi che hai testato e che funzionano, creando cosi la tua strategia personale

Qualche lettura utile su come trovare la motivazione e rimanere produttivi

Dove trovare i metodi per motivarsi? Alcuni li ho riportati nella lista sopra. Se volete scoprirne altri, o informarvi in modo approfondito su quelli che ho elencato e trovarne molti altri, ecco una lista di libri e articoli che ho trovato molto utili al riguardo:

Se questo articolo su come trovare la motivazione e rimanere produttivi ti è stato utile, iscriviti alla mia newsletter per rimanere aggiornato sui prossimi post e per ricevere consigli e risorse esclusive ogni settimana!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *