Silenzio dopo il colloquio? Ecco cosa fare se l’azienda non ti fa sapere nulla

Silenzio dopo il colloquio? Ecco cosa fare se non ricevi l’esito della selezione

In questo articolo ti parlo di cosa fare in caso di silenzio dopo il colloquio: quella situazione in cui non ricevi l’esito della selezione da un’azienda.

Quando ho iniziato a inviare candidature in Italia per trovare lavoro dopo l’esperienza in start-up olandese, sono rimasta sconvolta dalla quantità di aziende che non mi hanno più fatto sapere nulla dopo il primo colloquio.
In Olanda ho sempre avuto feedback positivi e negativi (e i negativi mi hanno aiutato tanto a migliorare). Ho poi scoperto che, purtroppo, in Italia la cultura del dare un feedback a tutti i candidati intervistati, indipendentemente dall’esito, non è ancora troppo presente.

Silenzio dopo il colloquio: perché non mi fanno sapere nulla?

Le ragioni per cui un’azienda non ti fa avere l’esito della selezione possono essere diverse:

  • Il processo di selezione sta andando a rilento e non hanno ancora considerato tutti i candidati
  • Le priorità dell’azienda sono cambiate e hanno deciso di non assumere nessuno per quella posizione
  • In generale l’azienda non fornisce feedback ai candidati non selezionati
  • Il recruiter si è dimenticato di darti un feedback
  • Un’altra risorsa è stata selezionata e tu sei la riserva (nel caso la prima rifiuti il ruolo)

Perché dovrei richiedere l’esito della selezione?

Potreste pensare: ma se non mi hanno fatto sapere nulla significa che non sono stato preso, perché dovrei contattarli e sembrare disperato/a?

Se è vero che probabilmente le aziende che spariscono dopo i colloqui non ti hanno selezionato, questo non significa che non dovrebbero darti un feedback o farti sapere come è andata.

Tentare un follow-up non costa nulla e ci sono diversi motivi per farlo:

  • Per avere un feedback su come sei andato e possibili punti di miglioramento
  • Per sapere se l’azienda è andata avanti con un altro candidato (e in questo caso puoi passare a preoccuparti di altri lavori) o se sei ancora in lizza
  • Per velocizzare il processo: magari il recruiter sta dando priorità ad altre attività/selezioni. Se chiedi un update, è possibile che presterà attenzione alla posizione per cui ti sei candidato (e avrà un’occhio di riguardo per te visto l’interesse mostrato).
  • Anche se non sei stato selezionato, fare follow-up ti serve per dimostrare che sei seriamente interessato alla posizione e all’azienda, per cui è più probabile che il recruiter si ricordi di te nel caso di nuove opportunità future.

Come chiedere l’esito della selezione all’azienda dopo un colloquio

Ma ecco qualche consiglio su cosa fare quando le aziende non ti fanno sapere nulla:

Aspetta il giusto prima di chiedere aggiornamenti

Il primo consiglio è aspettare. L’attesa è uno degli aspetti peggiori del processo, soprattutto quando si gestiscono diversi processi insieme.

  • Se l’azienda ti aveva dato una certa data entro la quale ti avrebbero fatto sapere, aspetta fino a qualche giorno dopo quella data e poi fai un follow-up
  • Se l’azienda non aveva specificato nessuna data, aspetta dai 10 ai 14 giorni prima di un follow-up. Se non ti hanno dato una data esatta è probabile che i loro tempi di selezione siano flessibili e possano cambiare facilmente
Usa l’email come metodo di contatto

L’email è il miglior metodo di contatto per fare follow-up. Se infatti chiami direttamente il recruiter a telefono, è possibile che tu non lo colga al momento giusto e che non abbia modo di vedere lo status della tua candidatura. Inviando un email invece ti risponderà appena possibile.

Probabilmente hai già avuto uno scambio di email per pianificare il colloquio o la call iniziale. In questo caso, puoi rispondere direttamente a quel thread, così il recruiter saprà subito a cosa è riferita l’email.

Se invece non hai un email thread in corso con il recruiter, scrivi una nuova mail specificando nel subject ruolo e data colloquio.

Il contenuto del messaggio

Nel tuo messaggio dovresti:

  • Ribadire il tuo interesse per la posizione
  • Richiedere un aggiornamento sui prossimi step della selezione
  • Confermare la tua disponibilità a inviare altre informazioni sul tuo profilo lavorativo, se necessarie
Scrivi un messaggio chiaro e coinciso

Non dilungarti eccessivamente. Una mail di follow-up dovrebbe essere breve e coincisa.

Mantieni il tono positivo

Anche se sono passati mesi e l’azienda non ti ha mai fatto avere feedback, assicurati di non mostrare nessuna frustrazione nel tuo messaggio. Altrimenti, il recruiter percepirà la tua richiesta in modo negativo e sarà meno incline ad aiutarti. Quindi è fondamentale mantenere un tono positivo, qualunque sia la circostanza.

Non esigere una risposta

Collegandoci al punto precedente, non scrivere cose come “Aveva detto che mi avrebbe fatto sapere entro settimana scorsa”, oppure “Sto ancora aspettando risposta per…”. In questo modo non farai altro che mettere il recruiter sulla difensiva.

Ho chiesto aggiornamenti sull’esito della selezione, e adesso?

Abbiamo visto perché è utile fare follow-up e come scrivere un email di richiesta aggiornamento. Dopo averla inviata, l’unica cosa che puoi fare è andare avanti con le tue altre candidature:

Se questo articolo su cosa fare se non ricevi feedback da un’azienda dopo il colloquio ti è piaciuto, iscriviti alla mia newsletter per rimanere aggiornato sui prossimi post e per ricevere consigli e risorse esclusive ogni settimana!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *